Vino Novello 2020 in arrivo. Scopriamo perché è un vino unico

Vino Novello 2020 in arrivo. Scopriamo perché è un vino unico

Tutti l’hanno già sentito nominare e altrettanti lo hanno già sorseggiato almeno una volta, ma conosciamo davvero qual è  l’unicità del vino Novello?

 

La nascita del Vino Novello

In attesa del vino novello 2020, andiamo a riscoprire le sue origini e per trovarle ci rechiamo in Francia. È nella zona del Beaujolais, infatti, che alcuni produttori per rilanciare il proprio vino nel mercato, hanno sviluppato una nuova tecnica di vinificazione, la macerazione carbonica. È il caso del vino Beaujolais nouveau famosissimo anche oggi e genitore di tutti i vini novelli, compresi quelli italiani.

 

Il vino nuovo prodotto con la Macerazione Carbonica

Ciò che contraddistingue il vino novello da tutti gli altri è la macerazione carbonica. Questa tecnica consiste nell’immissione dei grappoli d’uva interi in un contenitore a chiusura ermetica, nel quale viene aggiunta anidride carbonica. In assenza di ossigeno, si verifica un processo di fermentazione intracellulare, nel quale le cellule dell’uva trasformano gli zuccheri in alcol. A differenza della fermentazione tradizionale, in questo caso le cellule producono una significativa quantità di glicerolo.
L’uva non viene ancora pigiata, bensì viene lasciata a macerare a una temperatura di circa 30° per qualche giorno. L’alcol estrae dalle bucce colore e sostanza aromatiche, più una quantità limitata di tannini. Al termine di questa fase, segue il metodo tradizionale di vinificazione.

 

Com’è il Vino Novello

Il vino novello è innanzitutto il vino nuovo, fresco di vendemmia, giovane di produzione e stagionale di vocazione. Si preferisce infatti consumarlo entro la fine dell’anno della stessa vendemmia, per apprezzare appieno tutte le sue caratteristiche. È un vino facile e beverino, poco tannico e dal colore rosso vivace, acceso, con sfumature violacee che rivelano la giovane età. Al gusto è quindi fresco, giovane, fragrante e vinoso.

La tradizione nel mercato

Mentre per la produzione del Beaujolais nouveau sono consentite solo uve Gamay, in Italia il vino novello può essere prodotto con 60 vitigni diversi. Infine, per i vini novelli è prevista una data fissa che sancisce l’inizio dell’immissione in commercio. Per il novello francese è il terzo giovedì di Novembre, mentre per il vino novello italiano è il 30 ottobre.

Zignolo D’Autunno Vino Novello 2020

Come ogni anno da tradizione, sarà presto disponibile il vino novello firmato Domus Vini: lo Zignolo D’Autunno. Prodotto da uve cabernet e merlot, inebria con intensi profumi fruttati di lampone, fragola, mora e ciliegia. In bocca è giovane, fresco e fruttato. Di corpo rotondo, presenta una tannicità equilibrata dal piacevole finale morbido.

 

Vino Novello 2020, primizia dell’Autunno

Per tradizione, stagionalità e caratteristiche organolettiche, il vino novello si lega alla cucina autunnale. Predilige i frutti che la terra offre in questa coloratissima stagione, come caldarroste, funghi, carciofi, ma esalta anche piati a base di formaggi, taglieri di salumi e piatti piccanti grazie alla piacevole dolcezza.

Per riservare il vostro ordine di vino novello non esitate a contattarci.

Per maggiori informazioni